lunedì 8 luglio 2019

05/0/2019 Blu

05/0/2019

Blu

Laghi Blu
Ci arrivi su!

Corri pei monti
Non contar ponti

Pilato Ivi sepolto
del crostaceo il volto

Ancor neve non bianca
Grigia, Par stanca

Il caldo arrostisce
e qualche volatile asserisce

Un ritorno sofferto
ma coll'occhio aperto

Chirocefalo del Marchesoni endemico (https://it.wikipedia.org/wiki/Chirocephalus_marchesonii
Lago Di Pilato, si narra per Ponzio che veni portato e sepolto nelle leggende



la neve ormai stanca

ritorno coll'occhio aperto nel bosco

giovedì 4 luglio 2019

23/06/2019 Colli verdi

23/06/2019

Colli verdi

Odo il rumore di alcune rondini
Che non piu fan primavera
Il pigolio delle galline
Stuprate dal gallo dominante
Il frinire di alcuni insetti
Pronti a salutare un altro dí che muor
La brezza leggera che scende
Accarezzando il lieve pendio
Creando una melodia di foglie
Soltanto un paio di miglia più
Lontano i pneumatici scorrono sull'asfalto
segnalando in modo chiaro
Che i parassiti nn sono ancor stati debellati

giovedì 16 maggio 2019

NON ASCOLTO MAI

20/05/2018

NON ASCOLTO MAI

Quelli morti lodate
Quelli vivi Lordate,

Quelli famosi, Vate
Quelli No, Vater

Nei giorni Oscuri,
i poeti vanno ascoltati
Per pendii poco sicuri
guideranno i Vati

Il mondo va a picco,
ne siate edotti
Povero o ricco
Sarete Tradotti!

Ad oggi, ascoltate solo voi stessi,
ma vi fate fessi.
Il mondo, se i vostri pensieri
fossero veri
Non sarebbe pieno di Stronzi Pionieri!

Attesa la mattina

27/04/2018

Attesa la mattina

Giungi presto in ufficio
Dormi poco, senza sacrificio

Alle 8 tutto tace,
mando lettere all'antrace

Al centro Italia vita bella
per le nove tutti in sella

Ma è giusto Porco Mondo
mica norma a tutto tondo

Correr dietro al lavoro
senza il minimo decoro?!?

domenica 12 maggio 2019

A Lo Scazz Attore

21/09/2018

A Lo Scazz Attore

Fb Ricorda
la memoria è piena

non serve la corda
ma un remind a cena

Belle le vigne
se non stai piegato
Sempre arcigne
da quando sei nato

son 33
come Cristo?
o pure della nascita
feci Misto?

Auguri occhiali e stilo
Anche se non ti filo

martedì 23 aprile 2019

GoGo Diva

23/04/2019

GoGo Diva

Giornate spese a faticare,
ingredienti capati, calore
si vorrebbe andare a mare
e invece girano ore

Col cuore gonfio di apprensione
casini orditi
non si trova soluzione
sugli spartiti

I giorni passano
le sere bianche
tutto insano
duolon le anche

Tutti presi in vita
ci si dimentica
che se non subita
l'esistenza è fica!

https://www.facebook.com/events/571379089938895/

mercoledì 27 febbraio 2019

27/02/2019 LA' DOVE LA COLSE

Così appare,
quando il Nulla mi accerchia
e il respiro mi strangola lentamente,
davanti a me,
con la sbiadita immagine
nella luce fioca di una notte che non ha mai fine.
Resta immobile, silenziosa,
placida anima senza corpo.
Risuona la sua voce nella mia testa,
rabbrividisce il mio corpo ad ogni sua parola
che è la nota della melodia di un canto
di profetica sventura.
E ai miei occhi è come se mi voltasse le spalle,
pur continuando a guardarmi
con gli occhi fissi.
E si congeda.

lunedì 18 febbraio 2019

Psw Story Dialogo di Vino iniziato il 30/06/2018

Psw Story Dialogo di Vino iniziato il 30/06/2018

Una notte di Bestemmie e insonnia, il mio primo incontro con il Psw (al Secolo Prodigioso Spaghetto Volante), si svolse pressappoco così:

-Dormivo sonni beati in un rifugio montano, quando mi colsero i crampi al culo che ogni tanto squassano le mie notti... (probabilmente inviatimi da chi mi vuole male)

>Ajoooo, so le 3 e mezza di notte, si po' sapè che voi???

-E tu chi sei? Inizio anch'io a sentire le voci come mia madre?

>no Cojo, tua madre è invalida e sono brutti scherzi che le joca la sua mente; tu invece mio malgrado ce stai ancora dentro con la zocca.
Sono Il Prodigioso Spaghetto Volante, il Dio presente nelle migliori cucine; tu, ragazzo che possiedi uno stomaco in grado di digerire anche le pietre, hai l'onere e l'onore di poter parlare con me stanotte, Ergo apri bene quel paio d'orecchie grandi che hai, anche se tarpate di cerume.

-A cojo, io so chi sei, ho sentito parlare di te dai tuoi fedeli frittelli pastafariani, ma siccome sono discendente da Tommaso non credo finché non sento odore di polpette al Sugo e acqua evaporata.

>Pezzo di cretino! L'acqua evaporata è pressoché inodore e per quanto riguarda le polpette me le so magnate, tu sei in grado di cucinare da solo se hai fame, va a magnare porcomela...
Mi dici di grazia che vai imprecando contro il Signore? Se poi me dici quale, eventualmente posso provà ad intercedere per tuo conto.
Ad ogni modo ascoltami bene, è inutile che pratichi siffatta arte, sappi che seppur divino pieni esistiamo; di te, di voi e di noi stessi ce ne freghiamo, alla facciazza vostra, passiamo le nostre giornate a bere, drogarci e divertirci...

-Ammazza che pacchia! Ma quindi, qualunque di voi me venga voja de scomodà, nessuno m'ascolta?

>Esatto, sei sagace mio caro Lore Master, sapevo che presto o tardi, sapevo che presto o tardi mi sarei divertito a parlare con te.
Odimi al meglio, ti confiderò una cosa utile al tuo futuro che tanto agognato sarà; Inutile utilizzare parole che possano offendere gli altri. Sappi che chi non ampia la propria cultura, necessita di aver fede in qualcosa o qualcuno, infatti come credo tu conosca c'è chi crede in Dei onnipotenti e giustifica le proprie mancanze. Come il volere di lui, c'è chi adora: Gatti, cani o altre persone che si sono vendute come portatori di messaggi...
Tu devi rispettare le loro credenze e se vuoi un consiglio, Svaligiagliele.
Li farai incazzare, ma almeno avrai lo stomaco pieno, tu devi seguire il mio coniglio, cucinarlo alla ligure e affrontare i diverbi sempre dopo aver lautamente pasteggiato (messaggi subliminali Gratuiti...)

-Ok mio caro Psw (Eindovenoso), sei stato illuminante come una lucciol a bordo strada il 5 gennaio, grazie e soprattutto:

RAmen Igghe!

24/07/2018

>DioScoto ci sei?

-Chemminghia vuoi proletariaccio delle notti insonni?
Possibile che devi sempre disturbare quando affronto questioni di fondamentale importanza?

>Scusa PSW del Belino, cosa stai facendo di tanto importante?

-Cagavo!

>Ah Beh,  allora ti chiedo umilmente perdono, avevo una questione miserrima da domandarti...Ma le donne che problemi hanno?

-Cojo, possibile che sei ancora a fare battaglie a 34 anni ormai, ancora non hai capito che all'inizio vi abbiamo creato per riprodurvi, ma poi la situazione c'è un po' scappata di mano...

>Quindi stai dicendo che non dovremmo più accoppiarci?

-No, santo me, dico solo che dovreste divertirvi un po' di più e darvi una regolata... Da ormai più di 20 anni hanno inventato i preservativi su mio suggerimento...

>Ma le donne...

-Ascoltami bene, fottuto Peter Pane che non sa volare, voi, dovete smettere di ascoltare tutto quello che vi entra nelle orecchie, dovete solo ascoltare della buona musica, tipo la danza dell'Ambulanza di Young Signorino; vedrai che dopo pezzi del genere sarete tutti molto più ragionevoli...

>Ma come, anche tu ascolti la Trap?

-Mannò, brutto pezzo di ragno di Hagrid, a Y gliel'ho dettata io la canzone, non ti ho mai detto di aver un discreto orecchio per la musica?

>Veramente, è la seconda volta che ci sentiamo, non ti conosco ancora approfonditamente!!!

-Pezzo di Yogurt avariato e chi credi che li ispiri gli artisti, Cicciolina???

>No, Beh ma Y si dice figlio di Satana, mica figlio del Dio Spaghetto!

-Owio Imbe! Mica posso rivelarmi ad ogni cojo che passa, ricordati che gli altri, sono estremamente gelosi e se mi faccio troppa pubblicità poi scatenano inutili guerre, e poi mi tocca scomodarmi e risolvere la situazione, facendo venire carestia e povertà, lassumma staer!!!

>Pensavo che fare il Dio fosse estremamente facile, lanciare fulmini e saette su chi ti rompe le spatole, e non fare un cazzo dal mattino alla sera...

-E' assolutamente vero, però anche noi ogni tanto dobbiamo fare qualche compromesso, mica siamo davvero onnisenti o obiquitali, ce la tiriamo e voi ve la bevete tutta, che sa di frutta...

>Ma come ci pensi, fottuto spaghetto? Noi siamo xfettamente consci di ciò...

-Si certo, voi umani siete tutti pieni di Ego-Ismo, e tu sai bene che l'unica cosa sana che finisce per Ismo, è Ate...

>Sei sempre così Simpatico my PSW?

-Sempre!

>Apposto siamo!

31/08/2018

>Mon Dieu, es tu ici?

-Ciao Pastafarian Girl Friend,  era un po' di tempo che non mi cercavi, va tutto bene (io sono troppo impegnato a bere di beverdì) per mettermi a controllare il tuo stato di salute (stessa cosa vale dall'ultimo nostro dialogo...). Che hai da raccontarmi?

>Niente di che, ho passato un po' di tempo a lavorare in un parco avventura e sono stato impegnato, ma adesso ho finito e devo dire che colloquiare con te mi fa proprio piacere, un po' per passare il tempo, un po' perchè a differenza degli altri Dei, la tua ironia mi aggrada molto e anche il tuo senso critico!

-U sac, tra i Dei amo definirmi, Romeo er Deo der Colosseo... Gli altri, sono un po' rigidi, glielo dico sempre di smollarci un po'. Com'è andata a lavoro, ti sei divertito?

>No, mi hanno cacciato come al solito.

-Possibile che continui a cercare di avere rapporti umani con gli umani? Lasciali stare, tu devi solo vivere come ti piace, i rapporti iniziano e finiscono, se trovi le persone giuste, starai bene, Ok?

> Grazie mai God, lo terrò presente!

02/11/2018

>Odino, ci sei?

-Spiritoso pezzo di patatina fritta, chemminghia vuoi?

>Mandarti affanculo, fammi venire sonno, e la lebbra alle labbra grandi, inutili portatrici di socialità riverse nel fango.

-Come ti han detto gli alieni, sei tu che hai scelto di venire qui; ora assumiti le tue cazzo di responsabilità

>Ok, ma come posso fare x dormire, qui sono giorni, che si sta come d'inverno sugli alberi i Leoni marini...

-Ciccio, era meglio se uscivi con Valeria, invece che delirare senza alcun motivo con me, e ti va bene che siccome sono un idolo di quelli buoni, non c'ho un cazzo da fare, se non ascoltare te...

>Dio d'immensa glutinosità, sei miserabile o misericordioso?

-I miserabili l'ha scritto per mia vece, qualche fottuto Francese, di cui non ricordo il nome, gran bella favola, che ne pensi?

>Burp, ultimamente mi sto dedicando a leggere alcune fiabe Birmane, ho letto dei tuoi parenti divini che vengono chiamati Nat, e sono dei personaggi dispettosi, si narra che prima di diventare divini, furono esseri umani, morti in maniera violenta, che ora assumono il ruolo di spiritelli, delle volte bonari, altre dispettosi, ne sei a conoscenza?

-Ovvio Baluba, sono onniscente. A differenza tua che sei Onniscemo, cmq non ti preoccupare di loro, sono righe sul foglio, però la cultura Birmana devi approfondirla perché vale la pena, hanno una saggezza, contaminante, potresti addirittura imparare a confrontarti meglio con gli esseri umani...

>Ora non esagerare, che poi mi commuovo cerebralmente.




lunedì 11 febbraio 2019

LA STORIA DEL + FORTE

11/02/2019

LA STORIA DEL + FORTE

Nel mio vagare per le lande desolate m'incappai nella sacra attività dell'andar per grotte.

La mia prima esperienza, fu con un gruppo di ragazzi assurdi conosciuti tramite internet.

Mi dettero appuntamento direttamente nella zona delle grotte, vicina a Toirano (SV) per fare il battesimo.

Arrivai verso le 23 presso una casa e chiesi ospitalità per la notte, siccome non erano in grado di offrirmela mi dissero che c'era una grotta in cui c'era una panca all'asciutto e decisi di sdraiarmi li, per riposare le membra stanche del viaggio.
andai nella grotta che possedeva addirittura una porta e mi riposai, sognando belle avventure.

La mattina al mio risveglio andai per la colazione al bar e mentre mi trovavo li apprestandomi ad ordinare un croissant e una bevanda, iniziarono gli urli, si sentivano persone che salivano sul tetto, un apprendista suicida, era in cima,preso dal dubbio se gettarsi o meno; circondato dal perbenismo della gente che cercava di frenarlo.

Salii anch'io sul tetto, di ardesia, come si conface nell'entroterre liguri e la scena in pochi attimi si precipitò, come il ragazzo stanco di vivere, schiantando al suolo.

A quel punto vista la mia impotenza iniziai a scendere la falda, ma col calpestare di diverse persone e la solita sfiga perenne attaccata alle spalle che mi porto dietro fin dall'infanzia, l'ardesia iniziò a spezzarsi e mi vidi scivolare rovinosamente verso le gronde, riuscii ad afferrarmi a dei pezzi e pian piano cercavo di risalire, più sopra di me altre persone che si spingono e cercano di non finire schiantati al suolo, cerco di risalire, ma Matteo mi tira un calcio e mi fa andare giù.
Fin qui, tutto bene, un attimo dopo No.

Una morale c'è? forse. Nel momento del panico sopravvive solo il più forte!

giovedì 17 gennaio 2019

INFAMIA

17/01/2018

Infamia

a te che insidi lidi miei
questo ciò che ti direi:

sei inutile come letame
se pensi nel cuore altrui fare brame.

Sei solo un coito sfogato
da tuo padre senza goldone infilato
ma non ti preoccupare presto morrai
senza dar sfogo a quel che t'ispira di Lei.

Nella vita perverso sei
sai solo giocare male coi 3 6
finirai male
te lo dico a Natale
in fondo sono buono quel giorno
ma solo perchè non mi sfogo sui porno
come te che sei represso
e l'onanismo sfoghi nel cesso
sei solo un ascesso
che curo con un colpo di cesso.

Stammi lontano
o il tuo ano
dilatato
finirà alquanto bagnato
di un liquido rosso
e successivamente sepolto in un fosso.




venerdì 14 settembre 2018

UNA POESIA AD UN CICLISTA (AM)MAI NATO

13/02/2018

UNA POESIA AD UN CICLISTA (AM)MAI NATO

Genova adorna di colli
e mugugno, terra
aspra e poco proficua.

Nei tempi che furono
governò i mari
con le sue flotte ed i
suoi commerci, ora
perduta l'egemonia
deve ingegnarsi
commerciando in altro modo.

Che sia possibile
la mobilità sostenibile?

mercoledì 12 settembre 2018

RIFIUTATO

10/01/2018

RIFIUTATO

Io voglio esser accetto
ma ho un difetto

Sono testardo come un muro
ma se mi baci senti duro

dopo diversi no
la paranoia mi fissò

e quando mi ritrovo
col cv bello nuovo

ho paura
che sia una fregatura

lunedì 10 settembre 2018

(P)....ro (rebus 2-4)

7/9/18

(P)....ro (rebus 2-4)

Prendi la velina
E giri
Pezzetti di veleno
Respiri
Ad ogni succhio
Ammiri
Il rosso fuoco
Arrostire
Fumo dalla bocca
Uscire
E pensieri
fluire
Giunto sul
Finire
Le labbra rosse
Divenire
Ma il danno più bello
È sempre il cervello.

mercoledì 29 agosto 2018

POESIE SUL SACCHETTO DEL PENE

09/01/2018

POESIE SUL SACCHETTO DEL PENE

Un presente?
Attinente?
non so
ma prestò scoprirò
un pensiero?
nero!
Serve?
Verve!!!
Penso a te!

martedì 28 agosto 2018

PULMAN ACROSTICO

08/01/2018

PULMAN ACROSTICO

Pulman
Usciti su
Lunghe
Marce
Attendono viaggiatori
Noiosi

martedì 21 agosto 2018

SONO UN SEGAIOLO

31/01/2018

SONO UN SEGAIOLO

Ritornello:
Sono un segaiolo chi cazzo se ne fregan
ho la mano sul pacco come ronald reagan
mi piace masturbarmi
ma non tocco altre armi

preferisco l'onanismo
alle ondate di razzismo
Sono un pervertito sano
non defloro un sagrestano

mi piaciono i pompini,
ma non toccherei i bambini
dicon che l'onanista
perde presto la vista

Ma è meglio esser ciecato
che dal mondo schifato
dietro al consumismo
mascherar nazismo!

Rit.

Lo ammetto sono un segaiolo
ma ti prego non faccio alcun dolo
se vuoi aiutarmi tu,
altrimenti faccio solo

sabato 18 agosto 2018

ANACROMIA _18_

05/01/2018

_18_ ANACRONIA

Durante
I
Casini
Inizio
Ordendo
Tanti
Tratteggi
Ortogonali

giovedì 16 agosto 2018

3 minuti

03/01/2018

3 MINUTI

La lavatrice asciuga
magari sul bagnasciuga

La mamma ansiosa attende
i panni che a casa non stende

vite racchiuse in atti assurdi
ci differenzian dai curdi

il tempo scorre ma è lento
la mia mente viaggia come il vento

battuta sul tempo la macchina
mi gaudio come una tartìna!

domenica 22 luglio 2018

22/07/2018 FENICE

Oscurata dalle tenebre dell'ombra di una fioca luce,
che rifrange sullo specchio di una vita
che ti sei imposto per la tua stessa morale;
un'ombra che inghiotte ogni tua speranza,
che ti consuma al ritmo di una candela.
Quando la luce si spegne,
riprendi in mano le tue redini,
ti risvegli dal tuo torpore come fosse una nuova alba.
Sei pronto a voltare le spalle a te stesso,
a schiacciare ciò che sei per rinascere.
E rinasci.
Perché quando sei tu ad importi qualcosa,
tu ce la fai.
E scopri un altro volto sulla medaglia dei tuoi anni,
qualcuno che lottava per essere visto.
Una figura dapprima evanescente che ti parla con voce cheta,
poi sempre più vivida ti si avvicina e sussurra il tuo nome;
ti senti vibrare come se non ne avessi avuto uno fino a quel momento.
E ti suona così dolcemente quel richiamo,
da farti rabbrividire.
Il passato diventa sempre più vacuo.

martedì 13 marzo 2018

09/10/2004 MAGNITUDO

Odio, rabbia,
vi evoco e invoco!
Che con la vostra magnitudo
spazziate via la sua anima putrefatta.
Accendo il vostro lume nero
con mia oscura fiamma.
Che si compia la mia vendetta
ed esaudisca la mia maledizione.
E' la sovrana della notte eterna
che ve lo ordina.

17/09/2004 LA STREGA

Ricomincia dall'inizio, con la terribile paura,
la storia che finì e che ritorna avventura;
ricominciano le parole, ritorna la follia,
che pur sperando non andrà via.
Ricominciano le risate, beffarde alle spalle,
ricominciano a girarmi forte le palle;
non sopporto l'ipocrisia dei loro volti;
non sopporto l'espressione "Noi siamo colti".
Siete solo animali che vivono di rancore
e vi prendete gioco del mio piccolo dolore;
non mi importa, non mi fermerete!
Sono una strega. Lo vedrete!

13/03/2018 IL TUO IO

Sei entrato nel mio mondo di paure,
sei rimasto a contemplare quel deserto,
sei riuscito a far sgorgare acqua dal fango del dolore e
ne hai risanato la nefanda aria con il tuo io.

12/03/2018 RIVALSA

Più veloce di un flash,
più ratta di un lampo
scema rapidamente l'illusione che
nulla possa cambiare,
in un silenzio tetro,
pieno di vergogna
e si trasforma in un boato.

giovedì 8 marzo 2018

La Pazienza è l'Arte più Pura

08/03/2018

Acronimia Paziente (ING sub Ita)

Pluriforme
Arte
Zigrinata
Iniziatica
Eleva
Numeri
Zerali
Al cielo!


Dopo anni una foto vista su Fb di un amico, mi ha fatto ripensare ad un evento accaduto ormai un quinquennio fa.
Si trattava di un evento tragico, poi fortunatamente risolto in maniera quasi "indolore".
Ai tempi e nell'arco degli anni mi capita sempre di pensare a quella situazione e essere arrabbiato perché la soluzione era più semplice ed alla portata di tutti.

Oggi dopo aver visto quel post, ho pensato: "perché io devo essere ancora arrabbiato per partito preso con le le soluzioni che vennero prese?".
Mi sono reso conto (l'accensione di una dannattissima lampadina nel pomeriggio seguita dalla Luce dall'alto delle 2.00 con 3 ore di sonno in corpo da 24), che io ho giudicato e criticato l'atto ma come al solito non ho avuto l'ardore di prendere in mano la situazione . Per questo, la giustizia direbbe che non avrei potuto giudicare.

Questo insegna la Pazienza, il riflettere anche dopo anni su un evento e capire, (solo allora) che per tanto si aveva un giudizio incompleto, perché non ci si era messi nei panni di chi critica.

Voi mi direte: "hai scoperto l'acqua calda"! Ma se davvero fosse così, ci sarebbero molte meno situazioni deleterie, Nella Politica, come nelle relazioni umane.

Ora vi cita ( si proprio la scimmia di Tarzan), un detto sempreverde per come andava davvero interpretato non affrettandosi nel valutare:

"LA PAZIENZA E' UN PIATTO CHE VA GUSTATO FREDDO".

La Pazienza è un'arte sopraffina, chi la possiede possiede il pieno controllo di se.

lunedì 26 febbraio 2018

La Ballata

è come una ballata impetuosa e incessante
di ossa che si rompono di speranze infrante
la sveglia suona la mattina
comincia la giornata la monotonia
o l'inaccordata orchestra di disaccordanti disaccordi di disaccordate genti
che senza sosta balbettando blaterano balle per stroncarti e sotterrarti
nella loro insana invidia
o sana stupidità perchè nel loro incantevole mondo
pieno di incanti e frivole banalità
ci sono un mare di possibilità 
che solo Madama Favola ti può dar
e anche se si scontra con la realtà
è talmente tanto piena di sé
che non ci sono possibilità per te
il tuo unico indizio per uscire di là
è la porta rossa e marcia che si sgretolerà
non appena qualcuno la toccherà

Benvenuto anche a te in questo mondo di acidità
dove sei un uomo morto che cammina dalla nascita
dove anche il tuo alter ego ti vorrebbe stuprare
dove rincorri solo il desiderio di trasformare il tuo sangue
che sgorga nell'ultima arma letale
per sterminare ogni ipocrita che ti si para davanti ogni bugiardo che ti pugnala alle spalle
ogni santo che ti abbandona
ogni cristo che ti nomina invano
ogni dio che ti calpesta la mano

e il giorno dopo ancora drin la sveglia ed apri gli occhi
il tuo subconscio rinnega quello che vedi
mentre ancora in testa hai i tuoi sogni sbuffi o sospiri arranchi in bagno e ti specchi
ti butti l'acqua fredda addosso per svegliarti
e poi il rumore dello sciacquone come se avessi buttato nel cesso
gli incubi della notte passata che ora girano nelle fogne
ci sono troppe cose in questo mondo che devono cambiare
e nessuno che ha le palle per cominciare
forse è meglio che resti così o forse dovremmo sparire tutti
di sicuro non ho la risposta
però vedo quelle facce finte fatte solo per frantumare gli altri
e a tutte queste facce io dico gridando

Benvenuto anche a te in questo mondo di malvagità
dove sei un uomo morto che cammina appena vieni messo al mondo.

ESALARE

Rimbalza il cuore nel petto.
La mente pensa di fuggire lontano.
Le luci si fanno fioche.
Le voci diventano sussurro.
Si chiudono gli occhi sul loro orizzonte
e il respiro sull'ultimo profumo.

Sesso

Sospiri nelle tenebre.
Fiori di luce che guardano nell'anima.
Corolle iridescenti dal profumo soave.
Nella più completa oscurità,
Che non è mai stata così splendente,
sul tuo corpo nudo,
ricoperto d'ombra.

IMMAGO

L'immane immago di colui che
tutto può e nulla deve s'insinua
nei mortali occhi,
ond'egli suscita in cotesti tal
desiderio da condurre ogni mente
a la follia.
Pone pena ai desii nostri e
ne fa uso
come carogne de' carcasse morte
nelle selve.
De' sospiri ne fa eterni lamenti,
che profondano nel zeffiro,
e sulla gnuda terra giacciono
a corpi privi di vita.
La crudele immago
su loro sepolcri si beffeggia,
tramutando la pietosa collina
in colle irto di rei pensieri.

DELUSIONE

Mutilata di un piccolo desiderio,
estirpato brutalmente dalla mia anima,
che, nelle mie speranze,
avrebbe potuto essere un dolce sogno.
Cullata nelle braccia di una qualche
consolazione, orfana e bastarda,
che non saprei come trattare,
poiché dispiaciuta per la sua sorte.
Un barlume di pensieri consci
illumina la frattura del mio desiderio,
non marchiato dal carminio sangue,
riassorbito dalle radici del mio sogno;
e cerco un non so che cosa che mi
possa contemplare in questa
fioca tristezza, per consumare
il mio piccolo dolore di te.

PENSIERO DI TE

Ti potrei raccontare del freddo nel cuore
risanato da te
o del ticchettio della pioggia sull'asfalto,
ti potrei raccontare delle lacrime
versate alla rugiada delle nubi scure,
ora che sei lontano da me;
ti potrei raccontare del silenzio,
quello che creo per sentire scendere la pioggia
sui vetri tersi della mia vita,
il suono della tua voce,
lo sguardo attonito nell'immobile
pensiero di te.

IL VECCHIO TRENO

Passa sui binari il vecchio treno,
a volte arrugginito,
altre evanescente spettro.
Fa il solito rumore dei treni
ma il tempo che porta con sé,
lo rende ancora più sordo;
passa, lasciando dietro sé
un turbine di vecchi giornali,
ignorati dagli ignoranti.
Passa puntuale a mezzanotte,
quando le campane della mia chiesa
battono l'ultimo rintocco,
nell'eco del silenzio che,
subito dopo,
torna a regnare sulla città che dorme,
sui nostri sogni,
sui loro fantasmi.

MALINCONIA

Ascolta il rumore delle onde del mare,
sui neri scogli esse s'infrangono,
perché cantano per colui che sa amare,
mentre i tuoi occhi guardandole domandano
quando cesserà quest'eterno dolore
al vessillo d'odio, d'amore e passione,
a Nettuno del mare signore,
affinché di sapere ti conceda occasione.
Ascolta del vento il lamento lieve,
povero figlio di un amore crudele,
che non può smuovere dal cuore la neve,
aspra e amara come l'atroce fiele.
E non riesci nello sguardo suo torvo
a ritrovare un amore non morto,
solo il respiro del nero corvo
a cui la vita ha fatto gran torto.
Regnan di notte le sue nere piume,
ree dell'anima che le ha forgiate,
in cui si rispecchia l'eterno fiume
di tutte le anime che sono state dannate.

giovedì 15 febbraio 2018

BIKE TO GENOA

14/02/2018

BIKE TO GENOA

Arrivi a genova dalle 
pianure brumose padane,
con le due ruote sei avvezzo
marciare

Qui però cambia tutto
In corso Italia sembra piano
ma è falso, lasci kg di co2,
se invece sui colli sali
sudi e t'ammali.

La discesa senza giornali
gela sudori non regalando Opali.

Però è anche vero che:

Il panorama che osservi dall'alto,
fa della fatica un tuo vanto
cosa che in piatta pianura
al limite ti piglia l'arsura.

domenica 11 febbraio 2018

PIAZZA DELLA VITTORIA

11/02/2018

PIAZZA DELLA VITTORIA

C'era una volta un movimento
che faceva il popolo contento
costruzioni monumentali
da mettere sugli annali

conquistarono grandi "vittorie"
e portarono grandi "Glorie"
ma vivere di violenza
presto o tardi l'amo ti prende con lenza.

E così di tanto fervore
alla fine rimase solo al culo bruciore
e genti fiere smisero di credere
nelle collaborazioni Vere

Girano su cavalli del consumo
sanguinando liquido grumo
io accompagno questo movimento
con il mio mezzo portento.

e ricominceremo insieme a cercare la Gloria
tutti UNITI in piazza della Vittoria...

(Foto di un Tapezziere di nome Maurizio)

mercoledì 7 febbraio 2018

Solo

Vivi solitario nel mondo
Vedi tutto a tutto tondo

Sole e mare son con te
Sol con loro sei un re

Tanta gente hai incontrato
Mai nessuno ti ha cercato

Sempre solo resterai
Ma felice te ne andrai.

lunedì 22 gennaio 2018

ORSO FIERO FIORE

22/01/2018

ORSO FIERO FIORE (ispirazione Acrilici su Tela di Samantha Paglioli)

Foto di Samantha Paglioli


Sta a galla nel laghetto
col suo fiore mastr'orsetto
se la gode dolcemente
l'acqua iridescente

Si sta meglio che in natura
se le coccole dan sicura
pensa anche alla Signora
che dei cuccioli si cura!

REAL MONTE

01/01/2018

REAL MONTE

Disagi esagerati
divengono eremiti

Salgono sui bricchi
disgustando i ricchi

Notti alla vecchia maniera
legna del bosco e c'era

Peccato il maltempo maledetto
che col freddio neve è corretto

Malumori strani
Causati da colpe e mani
Poi sonni con sogni
pensando ai bisogni
Ma cmq non è male
pernottare al Reale!

L'amicizia

La panchina sempre vuota
il vecchietto l'ha riempita.
Sempre solo nella vita
solo lei è la sua amica.
Un bambino è arrivato,
col vecchietto ha parlato
Ora è saggio ed informato
Il vecchietto se n'è andato.
La panchina ed il bambino
sono soli al mattino.
Salutando da lontano
Lui fa ciao con la mano.
La panchina sola sta.
Un passante arriverà.

mercoledì 17 gennaio 2018

Avanti

Sono felice nel cercare novità...
Son felice di trovare opportunità
Ho cercato, ho trovato
e più avanti sono andato!
💚💚💚💚💚💚💚💚💚💚

domenica 7 gennaio 2018

RIFLESSI

07/01/2018

RIFLESSI

Ci sono giornate
che vaghiamo per le derrate
con i trattori a mondare terreni
a trascorrere vite, sereni

poi giungi al canale anchilosato
ti fermi un attimo accaldato
guardi il pelo dell'acqua estasiato
il cielo e la natura tutta han rigurgitato.

martedì 2 gennaio 2018

MERCATINI DI NATALE

19/12/2017

MERCATINI DI NATALE

Mercatini fini
chincaglierie mini
Genti consunte
vedono nello spender vedute

girano spasmodici tra i banchi
caricando cammelli stanchi
non hanno futuro
se non nel cazzo duro!

sabato 30 dicembre 2017

FUKKA LA MUKKA SACRA!

30/12/2018

FUCK CAPITALISM

A voi che ci avete propinato
20 anni di culo plasticato
Voi che adesso mangiate caviale e tartufo a manate
Voi che con la porche in a7 sfrecciate
E' ora che vi piegate
E nel culo lo pigliate
A voi che datori da mangiare ci date
Vivete sulle ns spalle sudate
Seduti in poltrona i soldi contate
Siete miseri, Sappiate!
Le storie sono passate
Nel futuro dimenticate
Ma noi ci siamo e pensate
Verremo a darvi le mazzate che MERITATE!

mercoledì 27 dicembre 2017

TUNNEL

Cerchiamo e troviamo
Giochiamo e vinciamo

Tesori brillanti
golosi invitanti

Lunga la strada duro il cammino
Chi ha perso tutto è solo.. In declino.

Tunnel potente forte vincente
Ha forte personalità quasi indecente

Felice ti prende forte ti stringe
Triste di lascia mentre si piange.

Il tunnel è passato e vuoto t'ha lasciato
Senza soldi e senza vita in strada accasciato.

sabato 23 dicembre 2017

SERATE AL SANGUE

11/12/2017

Patemi già triti
popolano menti miti
Si scivola nei vizi
disperati come munifici egizi
Non si dice no
ai demoni da casinò

I nostri amici mano non tendono
per paura di farci male ci offendono
ma la verità è scomoda
e da un colpo di coda
Vergogne van messe da parte
per tornare allo stato dell'arte

giovedì 21 dicembre 2017

NESSUNA LUCE NEL BUIO

21/12/217

NESSUNA LUCE NEL BUIO

Ci sono quei giorni Scuri
in cui andare d'accordo è impossibile
le parole volano come coltelli
senza più nessuna speranza che non sia
sangue sprizzante.

Dopo, rimane solo l'amaro di un caffè
senza zucchero nella gola.
Giorni passati a pensare alle peggio cose.
Ma dopo, quando le ferite si rimarginano
è li che il dolore si affaccia e ti prende.

E allora basta un'immagine sbiadita poco
nella memoria, che ti riporta prepotentemente
alla ribalta nei miei pensieri.
L'ansia sale e la certezza di non vedere +
il tuo sorriso sarcastico che mi osserva
mi strazia come il vento gelido invernale.

Non so se vorrei tornare indietro per
rimangiarmi ciò che ho detto, ma mi
sono ricordato i nostri momenti d'amore
quelli belli e mi chiedo come abbiamo
fatto a non renderli continui e unici.

ESSERE BAMBINI

8/12/217

ESSERE BAMBINI

Passi malfermi in un
globo fatto di sicurezze
eteree. Giganti
genitoriali senza
tempo da dedicare
hanno x noi
aspettative, spesso
dimenticano
i nostri semplici bisogni

Gioco & Attenzione!

mercoledì 20 dicembre 2017

ACRONIMIA REPARTO MATERNITA' N.0

08/12/217

ACRONIMIA REPARTO MATERNITA' N.0

Gentili
Elementi creano
Nuovi
Individui

****************

Talvolta
Ovviando
Responsabilità
Ingenuamente

venerdì 15 dicembre 2017

L'ERBA VOGLIO DEL MARCHESE

12/12/2017

L'ERBA VOGLIO DEL MARCHESE (Testi Hamlin84 Musiche by Limone Alvear Calderon)

Voglio una ragazza di razza
Che non Beve, non fuma ne di droga s'ammazza
Voglio una Donna Chiassosa
che col disordine si sposa
Voglio Signora per bene
Atea anche d'imene

Voglio una Marchesa santa
che quando la spogli Canta
Voglio una Dama d'appartamento
che lotta al mio fianco senza sgomento

Voglio l'erba del Marchese
oggi ho i sordi e non bado a spese
L'erba del marchese la voglio anch'io
ed è sempre *4 Meglio di Padre Pio
Insomma Basta con queste Bambole Banali
voglio UNA da deflorazioni Anali!

Voglio L'erba del Marchese
Oggi ho i sordi e non bado a spese
L'erba del marchese la Voglio anch'io
ed è sempre meglio di Dorco Pio!


ALBA DI FUOCO (Foto e ispirazione by Samuele Fioretti )

14/12/2017

ALBA DI FUOCO (ispirazione By Samuele Fioretti )

Brucia Villa Potenza,
Bert Born ed io siamo appena svegli, lampi nell'okki,
brucia senza clemenza.
Quando siamo per strada ce n'è per poki

Ferro e fuoco tutto mettiamo,
infilo la 3° e sulle curve sgommiamo
Giunti nel covo tutto agitò
tramo dispetti a Citano'

La nave in secca è pronta a partire
il mare ci aspetta per 1000 avventure
Timone sta a me, il vento tra i capelli
James Dean trema, stiamo arrivando!


Foto by Samuele Fioretti e ispirazione

giovedì 14 dicembre 2017

PANNA SPRAY

14/12/17

PANNA SPRAY

Sono queste sere
quelle Nere
in cui finisci il lavoro
e anche il pacchetto di Marlboro

a casa il mio lui mi aspetta con la PANNA
e non la userebbe come Manna!
serate di quelle veloci
nelle quali inforni e cuoci

Quando arrivi a casa ti aspetta nudo e voglioso
si è terribile ma lo vorrei per sposo.
Dopo aver fatto rumore come due gufi
ci sediamo a tavola con vino e tartufi.

finita la cena luculliana
corriamo a letto per la Nenia strana
sperando non m'alzi la sottana
ma dorma sulla spalla SANA!